BMT

News

11/10/2020
Cosa dicono dei nostri test
Le testimonianze dei nostri affiliati

“Sono entusiasta del metodo anti infiammatorio del Food Inflammation Test, io stessa ho fatto la dieta di rotazione con eccellenti risultati”

Rating: ⭑⭑⭑⭑⭑

Dr.ssa Elisa Rigamonti – farmacista

Farmacia S.Chiara (Vacallo)

——————————

“La mia esperienza con il BMT Food Inflammation risale a poco più di un anno fa. Posso quindi effettuare una valutazione a posteriori dei risultati a medio termine sui miei pazienti. Mi sembra chiaro che la dieta di rotazione porta a importanti cambiamenti che riguardano il sistema corporeo del paziente:

 – La scomparsa di una serie di sintomi fastidiosi e non classificabili nella nostra descrizione delle malattie (ad esempio mal di testa, dolori vari, migliore transito, migliore resistenza fisica, ecc…) che porta ad una qualità di vita significativamente migliore.

 – La psiche si trasforma e le persone che rispettano la dieta riacquistano uno spirito e una gioia di vivere che alcuni non avevano mai avuto prima.

Un fenomeno importante è la consapevolezza del totum psicosomatico, cioè l’interdipendenza tra corpo e mente, che diventa evidente seguendo la dieta, se viene osservata coscienziosamente. Questo non è strano se pensiamo alla relazione molto stretta recentemente scoperta tra l’intestino e il cervello. Capiamo quindi, in pratica, come un microbiota sano influenzi l’intero essere.

Tuttavia, il principale beneficio del Food Inflammation Test è senza dubbio la riduzione/scomparsa dell’infiammazione cronica dovuta all’afflusso di citochine infiammatorie che colpisce tutti i nostri sistemi. Le conseguenze di questo miglioramento possono essere già parzialmente visibili dopo qualche mese, ma saranno ancora più visibili a lungo termine grazie alla resistenza a tutte le malattie degenerative.

Vediamo quindi che la cura che i pazienti assumono con la loro alimentazione, guidata dal Food Inflammation Test, potrebbe trasformare completamente e permanentemente lo stato di salute di un’intera popolazione.

 CHE IL CIBO SIA LA TUA MEDICINA E NON IL CONTRARIO (IPPOCRATE)…”   

Dr. Joseph Borzykowski – specialista in medicina interna generale, omeopatia (Cologny – Ginevra)

——————————

“Una corretta alimentazione è sicuramente il farmaco migliore che assumiamo giornalmente per il nostro benessere. Sottovalutare l’effetto del cibo nell’organismo può portare alla comparsa di disturbi aspecifici o di sindromi che condizionano il vissuto quotidiano ed il ricorso a terapie empiriche spesso croniche e non appropriate.  Il Food Inflammation test è un ottimo strumento per dosare ed identificare le sensibilità individuali agli alimenti e correggerne l’assunzione con un rapido effetto terapeutico. Nella mia pratica clinica sono stato sorpreso dell’efficacia sulla quasi totalità dei pazienti con notevole miglioramento, se non risoluzione, di quadri clinici complessi ed abbandono di terapie farmacologiche puramente sintomatiche. ” 

Rating: ⭑⭑⭑⭑⭑

Dr. Andrea Morri – Chirurgia Generale Mininvasiva Toraco-Addominale, Chirurgia Bariatrica, Endoscopia Digestiva e Bariatrica (Lugano)

——————————

“Test molto validi, messi a punto da un team clinico di assoluto valore. Refertazioni esaustive e pratiche per l’utilizzatore. Pochi i feedback ricevuti dai clienti ma tutti positivi. In un caso assolutamente entusiastico.” 

Rating: ⭑⭑⭑⭑

Dr. Luigi Tessier – farmacista

Farmacia di Breganzona (Lugano)

——————————

“Nella Farmacia Tosi  l’aspetto olistico della presa a carico globale dei nostri clienti/ pazienti, é da sempre un mantra. L’impatto nutrizionale e il conseguente sovraccarico infiammatorio da esso generato sul benessere psico fisico, sono ormai  un’evidenza; l’introduzione del BMT Food Inflammation Test ci ha permesso di profilarci concretamente su questo tema, offrendo un servizio e un valore aggiunto importanti” 

Rating: ⭑⭑⭑⭑⭑

Dr. Michele Tosi – farmacista

Farmacia Tosi (Gravesano – Lugano)

——————————

“In questi mesi ho provato ripetutamente su vari pazienti il FIT e mi sembra dia buone informazioni. Il feedback dei pazienti è davvero buono, dopo aver seguito la dieta di rotazione confermano di sentirsi molto meglio. Riscontro che spesso il test evidenzia con maggiore frequenza problematiche relative agli stessi gruppi alimentari, ovvero  lieviti, frumento e latticini. Come ad evidenziare la prevalenza nel consumo alimentare della popolazione di queste categorie di alimenti. Modularne l’assunzione si rivela certamente efficace. A volte emerge anche il nickel, più raramente gli oli cotti.” 

Rating: ⭑⭑⭑⭑

Dr. Stefano Bellentani – specialista in gastroenterologia, epatologia, nutrizione (Locarno)

——————————

“I nostri clienti sono generalmente molto soddisfatti del test. La maggior parte di loro hanno integrato questa dieta nella loro routine quotidiana e continuano a praticarla, segnalando meno problemi digestivi e meno affaticamento post-prandiale. Ci hanno anche riportato che questa dieta ha aumentato i livelli di energia, migliorato la forma fisica e contribuito alla perdita di peso per diverse persone. L’attuazione della dieta può sconvolgere le abitudini alimentari, cosa difficile da accettare per alcune persone, ma poiché la dieta di rotazione include pause, la rende meno restrittiva da attuare e molto più facile da praticare a lungo termine. Consigliamo regolarmente ai nostri clienti il Food Inflammation Test, che fa parte di un approccio alla salute che oggi è essenziale”

Rating: ⭑⭑⭑⭑⭑

Dr. ssa Isabelle Celardin (farmacista)

Farmacie Eauxvives Lac e Favon (Ginevra)